In tendenza

Pogliese sull’esclusione del Catania dalla serie B: “abuso di potere della Lega”

Il primo cittadino etneo chiede l'intervento della politica nazionale. "Il Governo intervenga - dice il sindaco di Catania - coi poteri di vigilanza che sono in capo all'onorevole Giancarlo Giorgetti"

Non può restare impunito l’abuso di potere perpetrato ieri dalla Lega di serie B, colpevolmente ratificato dalla Figc, in spregio alle più elementari regole del diritto e del buon senso“. Lo afferma il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, sul prossimo campionato a 19 squadre, senza il ripescaggio di tre formazioni, compresa quella del capoluogo etneo.

Secondo Pogliese “è necessario ripristinare al più presto la legalità gravemente violata da opachi personaggi che popolano il mondo del calcio, forse animati da interessi poco chiari, che non esitano a farlo sprofondare nel caos e ridurlo senza più alcuna credibilità“.

Da qui il primo cittadino etneo chiede l’intervento della politica nazionale. “Il Governo intervenga – aggiunge il sindaco di Catania – coi poteri di vigilanza che sono in capo all’onorevole Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega allo sport, utilizzi le prerogative a lui attribuite per fare pulizia e dare un minimo di attendibilità alla gestione delle istituzioni sportive e calcistiche in particolare“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo